Arriva nelle sale “La notte non aspetta” con il Dr.House

26 Giugno 2008 0 Di diteleblog

Arriva nelle sale italiane il thriller La notte non aspetta, con Hugh Laurie
Mi è capitato di leggere, non ricordo più dove, che Hugh Laurie prima di Dr. House… praticamente era un perfetto sconosciuto. Beh, non è proprio così: aveva alle spalle una lunga e brillante carriera teatrale, oltre a qualche film molto conosciuto (come Ragione e sentimento – premiato con un Oscar per la migliore sceneggiatura non originale, o come Stuart Little ed i suoi sequel, o ancora come La maschera di ferro e La carica dei 101, con Glenn Close). Senza contare le numerose partecipazioni televisive.
È pur vero, comunque, che il ruolo di Gregory House lo ha trasformato in uno degli attori del momento: la serie continua a battere i record d’ascolto, stagione dopo stagione, in diversi Paesi del mondo. E le quotazioni di Hugh Laurie, naturalmente, continuano a salire. Ecco perché c’è grande attesa anche in Italia per La notte non aspetta (il trailer è disponibile sul sito ufficiale), la pellicola in uscita il 27 giugno nelle nostre sale.

Il film, diretto da David Ayer (già sceneggiatore di Training Day) e scritto da James Ellroy, Jamie Moss e Kurt Wimmer (da un racconto originale di Ellroy), narra la storia della corruzione all’interno della polizia di Los Angeles.
Accanto ad un cast di primissimo livello, con i ruoli principali interpretati da Keanu Reeves e Forest Whitaker – affiancati da parecchie star della tv (Jay Mohr, John Corbett, Terry Crews, Amaury Nolasco…) – Laurie dà il meglio di sé nel ruolo del capitano James Biggs, incaricato delle indagini interne al Dipartimento per stanare e combattere la corruzione.
Il film, che mescola dramma e azione, è l’ennesima rivisitazione in chiave moderna di un tema che ha fatto discutere più volte, in passato, grazie a film-culto come Serpico (in cui Al Pacino interpretava magistralmente la storia – ispirata alla realtà – di un poliziotto e del suo tentativo di “sopravvivere” in un ambiente completamente corrotto).
Lo stile ricorda molto, per volontà del regista, quello di Training Day, che lo stesso Ayer assicura legato ad una realtà che egli stesso, nato e cresciuto a Los Angeles, conosce bene. Nel film, Keanu Reeves interpreta il poliziotto Tom Ludlow, che dopo la morte della moglie si troverà coinvolto in un’accusa d’omicidio, finendo vittima di quello stesso sistema che fino ad allora lo aveva protetto, e trovandosi a dubitare dell’onestà e dell’affidabilità di tutti i suoi colleghi.

www.foxtv.it