Robin Hood: la serie da stasera su Rete4

1 Luglio 2008 3 Di diteleblog

Arriva dal 1 luglio in prima serata, in esclusiva italiana su Retequattro, Robin Hood: la nuova serie sulle gesta del nobile Robin di Locksley che, di ritorno dalle Crociate, combatte le angherie dello Sceriffo di Nottingham e del suo scagnozzo Guy di Gisborne, trasformandosi in un fuorilegge.
Robin Hood, prodotto con la consueta maestria e qualità da BBC, ha appassionato pubblico e critica e, in breve, si è trasformato in un cult televisivo in tutti i paesi dove è stato programmato. La serie è incentrata sul celebre ed eroico personaggio che “rubava ai poveri per dare ai ricchi”.
Trasmesso in Gran Bretagna per la prima volta nell’autunno 2006, Robin Hood in patria è giunto alla terza edizione, che andrà in onda nel prossimo autunno.

In Italia, i 13 episodi da 45 minuti della prima serie saranno trasmessi in sei prime serate.
Girato in HD (alta definizione), Robin Hood e costato, solo per la prima serie, 8 milioni di Sterline. E dopo aver ipnotizzato la folta platea britannica è sbarcato negli Stati Uniti, sul canale via cavo di BBC.
Divertente, moderno ed intelligente, questo Robin Hood si propone di affascinare una generazione completamente diversa da quelle catturate a suo tempo dalla versione in cartoni disneyana o da quella con protagonista il bel Kevin Kostner.
Girata a Budapest, Robin Hood è una miscela unica di action, avventure esilaranti e romanticismo. Una sceneggiatura tagliente aggiorna la popolare leggenda, per la fruizione di un pubblico contemporaneo e sofisticato.
Qui Robin Hood si supera in astuzia, deliziando i suoi adepti nel combattere indomitamente l’autorità del perfido Sceriffo di Nottingham. Per far questo usa, letteralmente e non, tutte le frecce al suo arco: truffe, travestimenti, trucchi, la sbalorditiva arte del tiro con l’arco e l’incredibile bravura nel duellare con la spada.
Protagonista indiscusso della serie è l’esordiente venticinquenne Jonas Armstrong, che si è calato nei panni di Robin Hood riscuotendo un enorme successo tra le ragazze e non solo di tutto il mondo.
Nella serie recitano inoltre Keith Allen, nel ruolo dello Sceriffo di Nottingham; Lucy Griffiths, nel ruolo della bellissima Marian; Richard Armitage, nel ruolo di Sir Guy di Gisborne, il sadico vice dello Sceriffo.
Per la preparazione alle riprese, e per aiutare gli attori principali ad entrare maggiormente nei personaggi, l’intero cast si è sottoposto ad una sorta di “Hood Academy”, un ritiro nel corso del quale hanno imparato a cavalcare, tirare con l’arco, destreggiare una spada, per potere – con successo – derubare i ricchi per aiutare i poveri.
Qual è il motivo di tanta fortuna, e -soprattutto- chi si cela sotto il cappuccio della leggenda britannica? E’ mai esistito un vero Robin Hood? O ci troviamo di fronte all’ennesimo parto della fantasia popolare, sempre alla ricerca di eroi da emulare, con cui giustificare le proprie azioni e desideri?
Quello di Robin Hood è un mito che incanta da centinaia di anni, generazione dopo generazione, e che negli ultimi anni ha conosciuto diverse trasposizioni cinematografiche.
Molti attori famosi, infatti, hanno prestato il loro volto al personaggio di Robin Hood: Sean Connery, Kevin Costner, Patrick Bergin, John Cleese, Errol Flyn e Douglas Fairbanks. Senza dimenticare il Robin Hood forse più celebre, ovvero la versione cartoon partorita dal genio del Maestro Walt Disney.

www.rete4.mediaset.it