Torna la serie I sopravvissuti

5 Luglio 2008 0 Di diteleblog
Secondo quanto riportato dal sito sflare.com la BBC starebbe ultimando le riprese di una nuova versione di Survivors, (I sopravvissuti nella versione italiana), tanto che la previsione è di una messa in onda, durante l’autunno di quest’anno, sulla rete BBC One.
La serie originale, prodotta per tre stagioni dalla BBC tra il 1975 e il 1977 per un totale di 38 episodi, era stata ideata da Terry Nation (autore anche di Doctor Who e di Blake’s 7), che però lascerà la direzione già dopo la prima stagione, e prodotta da Terence Dudley.

Interpreti principali erano Carolyn Seymour (Abby Grant — solo prima stagione), Ian McCulloch (Greg Preston), Lucy Fleming (Jenny Richards) e Denis Lil (Charles Vaughan — guest star nella prima stagione e protagonista nelle seguenti). Solo le prime due stagioni sono state trasmesse in Italia.
Il punto di partenza dello sceneggiato era la diffusione di un virus mortale che eliminava, nell’arco di poche settimane, il 99% della popolazione mondiale. I sopravvissuti, i pochi guariti dalla malattia e gli ancor meno immuni naturali, si trovavano a dover sopravvivere dopo il crollo della società umana e a dover lottare per le risorse, in bilico tra lo sfruttare quello che rimaneva e costruire qualcosa di nuovo. La base fantascientifica era servita agli sceneggiatori per riflettere (e far riflettere) sulle dinamiche umane in un contesto sociale così brutalmente cambiato, senza dimenticare la parte più propriamente avventurosa.

Una quarta serie non era mai stata girata, anche se era stata ipotizzata. Uno dei progetti prevedeva una contro-invasione delle isole britanniche da parte di una popolazione africana, evidentemente più resistente al morbo, in una sorta di colonialismo al contrario. La cosa però non venne portata a termine.
In seguito si è spesso parlato di possibili remake. La BBC ha ottenuto infine i diritti  dagli eredi di Nation e ha messo in cantiere la serie affidandone le redini allo sceneggiatore inglese Adrian Hodges (Rome, Primeval). Sono previsti 6 episodi da 60 minuti. Gli assunti di base, la lotta per sopravvivere in un mondo privo della civiltà a cui siamo abituati, rimangono, anche se sembrerebbe che la nuova versione sia più basata sul romanzo omonimo di Terry Nation più che sulla serie, romanzo in cui Nation aveva fatto prendere agli avvenimenti una piega differente proprio perché in disaccordo con il produttore Dudley. Ovviamente è nelle intenzioni dei produttori di adattare la serie al mondo attuale; sono passati 30 anni dall’ambientazione originale, ma dal punto di vista della tecnologia (basti solo pensare a internet) c’è quasi un abisso.
Tra gli attori Freema Agyeman (Doctor Who, Torchwood — nel ruolo di Jenny Collins); Nikki Amuka–Bird (Torchwood — nel ruolo Samantha Willis); Max Beesley (come Tom Price); Shaun Dingwall (Doctor Who — come David); Julie Graham (nel ruolo di Abby Grant); Paterson Joseph (The beach, Aeon Flux — nel ruolo di Greg); Phillip Rhys (Nip/Tuck, 24 — nel ruolo di Al); Zoe Tapper (nel ruolo di Anya). Le riprese vengono fatte nella zona di Manchester.
Ecco la sigla della vecchia serie, ancora affascinante.
[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=mNjjnwCJqCY]