Comic Con 2008: Lost e Heroes

28 Luglio 2008 1 Di diteleblog

Il tour nel Comic Con 2008 continua con Lost, il cui pannello ha ospitato (ovviamente), i producer Damon Lindelof e Carlton Cuse (estremamente divertenti), e – a sorpresa – Matthew Fox. (Attenzione, seguono spoiler)
Detto che l’ospite a sorpresa dell’anno scorso era Harold Perrineau, e sappiamo tutti che fine ha fatto Michael, sarà bene sperare che il Comic Con non porti sfiga ai personaggi di Lost che vi partecipano; tornando seri, nel corso del dibattito è stato proiettato un video della Dharma Initiative, vedi sotto, che ospita una new entry, tale Dr. Marvin Candle.

Incontro con i creatori di Lost 1
[youtube=http://it.youtube.com/watch?v=QtcxbSeIUbU]
Va detto che i Darlton sono stati alquanto criptici sul futuro della serie, anche se è accertato che nella quinta stagione scopriremo di più su Danielle Rousseau, morta nella quarta stagione ma rediviva nella quinta: i due hanno però detto che usare la parola “flashback” per il personaggio della Rousseau è improprio.
Incontro con i creatori di Lost 2
[youtube=http://it.youtube.com/watch?v=WRzbNNl4Hiw&feature=related]
Per i fan della coppia Kate e Sawyer ci sono buone notizie, visto che i due si rivedranno (se Jack non avrà niente da ridire, ha detto Lindelof), così come tornerà Vincent (il cane sta bene e lo rivedremo fino alla fine, parola di sceneggiatori); scopriremo, inoltre, se Richard Alpert ha quattro, cinque dita o sei dita, ma la cosa più eccitante sarà sicuramente il modo di procedere con la narrazione.
Incontro con i creatori di Lost 3
[youtube=http://it.youtube.com/watch?v=jI3VGblHxI0&feature=related]
I Darlton hanno infatti anticipato che ci saranno storie sull’isola, fuori dall’isola, nel passato e nel futuro: quando la quinta stagione inizierà, i telespettatori non avranno idea del dove e quando i nostri personaggi agiranno, ma lo scopriremo (…forse…) cammin facendo. Prima di lasciarvi al video, infine, vi anticipiamo che quando la botola è esplosa e il cielo è diventato viola, l’Isola non si è mossa…ma qualcosa è successo! Cosa? E che domande…se ce lo dicessero, potrebbe mai essere Lost?!
E’ la volta di Heroes, di cui è stata mandata in onda la prima metà della premiere da due ore della terza stagione (intitolata “The Second Coming“, al via sulla NBC il 22 settembre prossimo), e di cui hanno parlato Tim Kring, Milo Ventimiglia, Greg Grunberg, Masi Oka e Hayden Panettiere. Il resto del post, ovviamente, contiene spoiler
Incontro con gli attori di Heroes
[youtube=http://it.youtube.com/watch?v=O6JAv7lPfHQ]
“The Second Coming” prende il via quattro anni dopo la fine della seconda stagione, e una Claire in versione bruna affronta, per fermarlo ad ogni costo, uno sfregiato (sulla faccia) Peter Petrelli, che vuole tornare indietro nel tempo e sparare a Nathan (Adrian Pasdar), prima che lui racconti al mondo i loro segreti. Anche Matt Parker (Greg Grunberg) tenterà di fermare Peter, ma sarà spedito “nel bel mezzo del nulla”.
Ovviamente il Peter del futuro riuscirà a tornare nel presente, in cui i fan ritroveranno un Linderman risorto, un nuovo (o nuovi) superpoteri per Ando (nel futuro) e Mohinder (nel presente), una nuova identità per Niki…ma, soprattutto, scopriremo cosa ci fa Sylar con i cervelli delle persone.
Tim Kring & Greg Grunberg
[youtube=http://it.youtube.com/watch?v=H6WIoZMYA_g]
Alcune sorprese, scrivono i siti americani i cui blogger sono andati al Comic Con, sono veramente ridicole, ma altre sono veramente sorprendenti: Hiro riceve da suo padre (morto) un messaggio su una formula che distruggerà il mondo: al momento ne esiste solo metà ed è al sicuro, ma sarà proprio Hiro, disobbendendo agli ordini del padre, a fornire alla nuova “superveloce bellezza”, Daphne, parte della formula succitata: sarà suo compito (di Hiro, ndr) rimediare al disastro.
Quanto a Sylar (Zachary Quinto), il nostro si dirige verso una prigione piena di supercattivi, dove è rinchiuso anche Noah Bennet, per rubare i loro poteri: il supercattivo, tanto per gradire, ha intrappolato Claire a casa sua, ed è riuscito ad assorbire anche il potere autorigerante della (ex) cheerleader. Nel frattempo Mohinder (Sendhil Ramamurthy) isola i poteri di Maya (Dania Ramirez) in una formula, liberandola così dal suo sinistro, quanto mortale, potere.
In attesa di vedere con i nostri occhi la puntata, possiamo comunque dire che, pur non essendo grandi far della stagione di Heroes, gli elementi per una stagione strepitosa ci sono tutti: come ha dichiarato lo stesso Kring, “siamo tornati, e siamo tornati alla grande!”
Ancora incontro con gli attori di Heroes
[youtube=http://it.youtube.com/watch?v=285zYrsCOU0]

www.televisionando.it